Il cliente sceglie te

 Perché un cliente dovrebbe scegliere te?

Ci sono tanti professionisti/aziende che offrono il tuo stesso prodotto/servizio.

Agli occhi del cliente quello che fa la differenza sei tu!

Il cliente sceglie te e poi compra il tuo prodotto/servizio perché quello che vendi tu, lo troverebbe anche dai tuoi competitors.

È il come che fa la differenza, è il tuo modo personale di proporlo, quello che dai differentemente dagli altri.

  • Perché ti dico questo?

Lo senti dire in tanti corsi, io ti posso affermare che, se riesci a trovare cosa ti distingue dagli altri, “il cliente sceglie te” corrisponde alla realtà.

  • Come posso confermare ciò?

In ogni mio prodotto/servizio, ci metto la faccia; quindi, riporto e insegno le mie esperienze personali e lavorative non soltanto teorie tecniche e metodi che posso aver imparato da scuole e libri, ma ripropongo esperienza che ha portato successi applicando specificatamente tecniche e metodi, fatti reali sul campo.

Prossimamente darò qualche informazione in più a riguardo, in questo momento però, voglio riportare la veridicità di questa affermazione “il cliente sceglie te”.

 

I clienti vengono per te, ognuno cerca l’esperienza e la vuole vivere nella propria modalità.

  • Cosa vuol dire in parole pratiche: “vivere l’esperienza”?

Esempio: al bar.

Tu vendi caffè, per il cliente dovrebbe essere la stessa cosa entrare in un bar piuttosto che in un altro, lui vuole la bevanda: caffè.

Allora, perché è importante quello che lui vive bevendo il suo caffè?

Durante il tempo che impiega per bere il caffè, al cliente passano delle emozioni che possono essere gradevoli o sgradevoli, che lo fa star bene o che lo mette a disagio.

Non è quello che sta bevendo che fa la differenza (naturalmente il caffè deve essere buono) ma tutti gli stimoli esterni che gli arrivano.

Quindi sarà come viene accolto, come viene servito, la predisposizione dei lavoratori e degli spazi, ecc.

Capire e comportarsi di seguito alle esigenze del tuo cliente, se ha voglia di stare riservato accoglierlo gentilmente lasciandogli i suoi spazi.

Il caffè lo si può bere a casa propria e chi va al bar va per altro, per staccare da qualcosa magari o per star fuori del tempo.

Chi viene per scambiare due parole con te, chi  viene per stare in compagnia con te, chi ha bisogno di una tua parola di uno scambio di idee, chi viene per sostenerti, chi per incontrarsi con delle amiche, chi viene perché vuole renderti partecipe alle sue risate, chi vuole divertirsi qualche momento assieme a te, chi viene per chiederti dei consigli a volte leggeri a volte importanti, chi viene perché ho voglia di vedere il tuo sorriso, chi ha voglia di trovare una persona che lo guarda negli occhi finché dice “buongiorno”, chi viene perché si sente libero a volte meglio anche di casa sua, chi viene perché percepisce l’energia positiva dell’ambiente, chi instaura relazioni con altri clienti.

  • Cosa fa percepire questo clima nella tua attività?

Sei Tu. Trasmetti il comportamento che hai, il modo in cui hai deciso di accogliere i clienti, di come ti relazioni coi tuoi collaboratori e con i clienti stessi.

Se c’è armonia nella tua attività oltre che lavorare meglio tu e creare il team fedele a te, fai percepire al cliente che si trova in un ambiente sano, senza litigi, attriti, senza persone irresponsabili, demotivate e maleducate.

Come dicevo in apertura, il tuo prodotto o servizio lo offrono anche altri ma i clienti che vengono da te evidentemente hanno bisogno di un qualcosa di specifico in più del prodotto o servizio, e proprio quel qualcosa che dai tu.

Nell’ ultimo caso reale, azienda gestita da me, tutti i clienti dicevano:” questo è il posto del paese in cui si sta meglio, qui si sta bene”.

Come saprai, ogni cliente soddisfatto è un referente che ti porta nuovi clienti e in questa azienda specifica: ha significato efficienza operativa e aumento della sua redditività del 30 %.

Sicuramente il risultato è l’insieme di esperienza, impegno, responsabilità, determinazione, motivazione, pazienza, costanza, valori e obiettivi.

A livello professionale è un grandissimo successo e mi fa capire che sono sulla strada giusta.

A livello personale è una grandissima soddisfazione, ricordiamoci che noi dovremmo lavorare e occuparci di ciò che ci piace, mettere assieme le nostre capacità con la nostra passione per poterci sentire realizzati.

Sappi che Tu fai la differenza, mettiti davanti ad uno specchio e rispondi a questa domanda:

Se tu fossi un tuo potenziale cliente, Ti sceglieresti?

  • Cosa fare ora?

Fai una analisi

  1. Qual è la tua visione
  2. Chi viene con te
  3. Quali capacità mancano a te e ai tuoi collaboratori
  4. Quali sono i punti critici
  5. Come fare la differenza
Fulvia Follin
Autore
Fulvia Follin

Aiuto Professionisti e Imprenditori a creare progetti pragmatici personalizzati per crescere personalmente e professionalmente anche nel People Management. Vanto esperienza trentennale in aziende che offrono prodotti e servizi, vent’ anni di crescita con scuole e percorsi, acquisendo importanti certificazioni e specializzazioni. In continua formazione. Stagione 2023 ho gestito un’Azienda, ottenendo aumento del fatturato 30%.

Lascia un commento