Mezzo o fine?

Non mi ha mai regalato niente nessuno per essere chi sono oggi.

Proprio per questo io non regalo niente a nessuno: insegno e aiuto le persone a ri-conoscere il proprio scopo, decidere i propri obiettivi e i modi per raggiungerli.
Conosco bene quella sensazione straordinaria di conquistarsi qualcosa guadagnata con merito, sudore, studio, sacrificio, andando oltre senza limitarsi al compitino e soprattutto eticamente e senza ingannare nessuno! È talmente bella e potente come sensazione che non viverla, ottenendola senza sforzo, non te la farebbe godere a pieno come merita, perché è tua !

Conquistarsi e costruirsi qualcosa crea un viaggio.

Un percorso di crescita, crea una storia, crea esperienze e connessioni.
Una storia da raccontare con piacere e con parole che vengono dal cuore, ricordando tutti i momenti passati attraverso quell’esperienza.
È quel viaggio verso la conquista che ti porta ad acquisire le competenze necessarie per scoprire che non è solo ciò per cui “lotti” il reale valore del tuo impegno, bensì ciò che scopri durante il tragitto – e che ti apre le porte ad altre 1000 idee ed evoluzioni – a esserlo.

L’attesa del risultato, l’evoluzione delle tue conoscenze. Il naturale “raddrizzare il tiro” seguendo appassionatamente la visione di dove vuoi arrivare. Emozioni che stimolano sensazioni e ti insegnano a fare azioni funzionali al tuo scopo.

Capirai quanto e cosa potrai fare quando inizierai il viaggio verso la conquista di ciò che desideri.
Le persone che incontri, le situazioni in cui ti trovi, i risultati che ottieni, i fallimenti ed i successi diventano tutte risorse utili se solo riesci a vederle e valorizzarle.

Ad esempio: un obiettivo che ci si pone da piccoli è quello di imparare a nuotare. E se quell’obiettivo fosse solo “mezzo”? Un parziale step per diventare campione del mondo in stile libero ad esempio?

Pensa in grande e fai in modo che ogni obiettivo raggiunto sia un mezzo, uno strumento per raggiungere l’obiettivo più grande. Goditelo per carità, è importantissimo festeggiarlo. E prosegui…
Ciò che pensi sia l’ obiettivo finale potrebbe rivelarsi solo uno stadio intermedio per raggiungere obiettivi e traguardi molto più ambiziosi.

Conosco persone che vivono una vita inseguendo il proprio obiettivo e, nonostante lo raggiungano, non trovano la soddisfazione sperata.Non lo sanno, in realtà ciò che raggiungono è un mezzo, qualcosa che è utile per raggiungere il loro fine, il loro obiettivo reale. Ma devi conoscerlo altrimenti rischi davvero di vivere una vita alla conquista di un obiettivo che in realtà non è il tuo fine. Per questo è molto importante saper distinguere ed individuare con precisione il messo e il fine. Vuoi un esempio? Quando pensi che il tuo obiettivo possa essere la ricchezza economica (decidendo una cifra in base a ciò che per te significa essere ricco) ti ritroverai a rincorrere il denaro fino al raggiungimento della cifra stabilita.
La mia domanda è PERCHE’? Perché vuoi essere ricco? La risposta potrebbe essere “perché voglio essere libero”.
Dunque? Il tuo obiettivo allora era davvero il denaro? Oppure la libertà?
E se questa continua rincorsa al “mezzo” precluderebbe il raggiungimento del tuo fine?

Ciò che vuoi ottenere è molto chiaro dentro di te, devi solo scoprirlo.
L’aiuto di un bravo coach può aiutarti a vivere la vita che vuoi e non quella che pensi di volere.

Hiro Vitanza
Autore
Hiro Vitanza

Business Coach, Imprenditore, appassionato di branding e comunicazione

Lascia un commento